Sensori di movimento per esterni: che cosa sono e le tipologie

sensori di movimento per esterni

È opportuno assicurare la giusta protezione al nostro ambiente domestico. Quando si subisce un furto si viene colti da molti danni, che non sono soltanto quelli economici. Ci sono anche dei risvolti psicologici che è bene considerare, perché avere dei ladri in casa significa una violazione della privacy dello spazio personale. Per fortuna le moderne tecnologie ci vengono in aiuto nel proteggere la nostra casa da intrusioni. Per questo infatti possiamo installare dei sensori di movimento che ci aiutano ad aumentare il livello di sicurezza a cui è soggetta la nostra abitazione. Scopriamo cosa sono i sensori di movimento per esterni.

Cosa sono i sensori di movimento per esterni

I sensori di movimento sono dei rilevatori che si installano normalmente all’esterno dell’abitazione. Si chiamano anche rilevatori volumetrici e si configurano come dei meccanismi capaci di individuare qualsiasi movimento all’interno di un certo perimetro.

In genere vengono installati per rendere più sicure le abitazioni e vengono integrati con un impianto antifurto. Ci sono anche i sensori per interno, ma quelli per esterno si rivelano molto importanti per controllare le aree intorno alle case ed eliminare completamente il rischio che il ladro si introduca all’interno della nostra proprietà privata.

Le tipologie di sensori di movimento

Abbiamo a disposizione tanti tipi di sensori di movimento. Ogni tipologia si basa sull’utilizzo di alcune tecnologie specifiche. Ci sono molti sensori, per esempio, in grado di utilizzare più tecnologie differenti allo stesso tempo, sia per aumentare il livello di sicurezza offerto, sia per ridurre al minimo il rischio di falsi allarmi.

Ci sono per esempio i sensori di movimento che funzionano ad infrarossi attivi. Si tratta di un sistema che crea dei raggi invisibili e, quando questi vengono attraversati, viene generato l’allarme. Ci sono quelli che utilizzano la tecnologia degli infrarossi passivi, riscontrando la differenza di temperatura tra l’ambiente esterno e il corpo estraneo che entra nell’area da proteggere. Ci sono poi i sensori che sfruttano la tecnologia del microonde, rilevando ogni tipo di movimento.

I sensori di movimento per esterni, qualunque sia la tecnologia utilizzata, costituiscono sempre di più un punto di riferimento per l’antifurto che abbiamo installato.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*