Varazze, tentato furto in abitazione: patteggia e rimane in carcere

Varazze – Sei mesi ed un anno di reclusione, oltre ai 400 euro di multa, il tutto senza la sospensione condizionale della pena: è quanto patteggiato stamane da I. N., cittadino albanese di 30 anni con precedenti e domicilio ad Asti, tratto in arresto nella giornata di ieri a Varazze, comune della provincia di Savona. L’uomo è stato accusato del reato di tentato furto ai danni di un’abitazione situata in via Casanova; processato con rito direttissimo, il giudice ha convalidato il suo arresto disponendone la misura cautelare in prigione.

L’arresto del 30enne è avvenuto ad opera dei carabinieri del comando stazione di Varazze, intervenuti in seguito alla segnalazione di due soggetti sospetti che cercavano di introdursi furtivamente in una casa. All’arrivo dei militari nei pressi dell’abitazione, è stato subito intercettato l’uomo, trovato in possesso di un cacciavite, di una ricetrasmittente, di guanti neri e di una torcia. Materiale che, secondo i carabinieri che li hanno sequestrati, non lasciavano dubbi sulle intenzioni del ladro tratto in arresto.

Dopo altri accertamenti ed approfondimenti del caso, le forze dell’ordine hanno rintracciato in via E. Vecchia anche il presunto complice dell’arrestato, suo connazionale albanese 33enne E. C., denunciato a piede libero per il reato di tentato furto.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*