Valledoria, tre condanne e multe salate per furto d’acqua

Valledoria – Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Sassari ha condannato 3 persone di Valledoria, comune della provincia di Sassari in Sardegna, a pagare 15.100 euro a testa di multa per essersi resi responsabili di furto d’acqua aggravato. Due dei condannati, proprietari di abitazioni situate al centro del comune, avevano installato dei tubi in rame flessibili per poter alimentare gli appartamenti senza la presenza di un contatore che misurasse i consumi da registrare. Il terzo condannato, dal canto suo, derubava l’acqua potabile ad Abbanoa per annaffiare un terreno a zero costi: per farlo aveva collegato alla rete idraulica oltre tre metri di tubi per irrigare le coltivazioni.

A scoprire e denunciare i tre malviventi sono stati alcuni tecnici di Abbanoa grazie alla dotazione di palmari elettronici che controllano, in tempo reale, la conformità degli allacci e i dati dei vari contatori: dopo aver scoperto le manomissioni, hanno segnalato il tutto alle forze dell’ordine. I carabinieri, giunti sul posto per effettuare il sopralluogo, hanno potuto constatare il reato in flagranza, denunciando i responsabili alla Procura di Sassari. Adesso per gli autori del furto d’acqua aggravato è arrivata la decisione del GIP del tribunale di Sassari sulla condanna per i tre al pagamento di oltre 15.000 euro a testa.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*