Puglia, Fase 2: termoscanner all’entrata di bar e ristoranti e barriere in plexiglass sui tavoli

Per una Regione a vocazione turistica come la Puglia è importante ripartire con le attività ricettive quali bar e hotel. Ecco allora che un Comitato di professori universitari è sceso in campo per offrire soluzioni. Il risultato è un dossier che è stato affidato al Presidente della Regione Miche Emiliano.

Tra le tante misure consigliate c’è l’uso di termoscanner all’ingresso degli esercizi commerciali quali bar e caffè. L’obiettivo è individuare subito i soggetti con febbre e quindi possibili veicoli di contagio. Importante sarà predisporre l’interno dei locali in modo che le distanze siano sempre rispettate. In caso di feste, il numero degli invitati non dovrà superare le dieci persone, e comunque molto dipenderà dalle dimensioni del locale. Sono caldeggiati i pagamenti con carta, magari on-line. Ci si dovrà poi abituare a vedere camerieri e personale in mascherina girare tra tavoli dove a loro volta i clienti indosseranno le loro.

Un’altra novità saranno i pannelli divisori in plexigass, onde evitare contatti tra clienti qualora non si trattasse di familiari o congiunti. Anche sui banconi ci saranno questi pannelli. Un occhio di riguardo, più che nel passato, bisognerà avere per la climatizzazione e gli impianti di ventilazione. Infine i tavoli dovranno essere disposti in modo tale che il contatto sia il meno facile possibile.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*