OMS: Per combattere il Coronavirus punta sulle Termocamere

Il virus è tra noi e non se ne andrà presto. Almeno queste sono le previsioni. Bisogna quindi pensare a metodi per contrastarne la diffusione. Tra i più efficaci sicuramente ci sono le termocamere, telecamere capaci di rilevare la temperatura corporea. Individuare soggetti con la febbre è infatti determinante nella lotta al covid-19.

Una delle aziende specializzate nella produzione di termocamere è senza dubbio Flir System, con sede a Wilsonville in Oregon e fondata nel 1978. Molte delle telecamere termiche in circolazione oggi sono prodotte da loro. La stessa OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha scelto la multinazionale statunitense come partner nella prevenzione alla diffusione del virus.

Punto di forza delle telecamere progettate dalla Flir è l’alta precisione delle rilevazioni a distanza. Come dicevamo, individuare soggetti con febbre è il primo step per stabilire se si è di fronte alla presenza del virus o meno. Alle rilevazioni delle temperature mediante le termocamere devono infatti far seguito gli esami medici che daranno la certezza.

A richiedere le termocamere sono aziende private e enti pubblici per quei luoghi, come uffici o fabbriche, dove è più facile per il virus diffindersi. Tutte situazioni che prevedono grandi flussi di persone.

Il punto di forza delle termocamere è senza dubbio la precisione delle rilevazione, grazie a una tecnologia all’avanguardia. Le più affidabili sono quelle di gamma A, T e E. Un altro punto di forza di queste fotocamere è la rapidità delle rilevazioni: quasi istantanee.

Il responsabile del mercato europeo, medio orientale e africano (Emea) per la Flir, Andreas Zinnssmeister, conferma il grande aumento della domanda di termocamere. Sia il settore pubblico che quello privato sono interessati infatti alle termocamere in quanto capaci di prevenire la diffusione del coronavirus.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*