Allarme per la porta di casa: funzionamento e manutenzione

allarme porta casa

L’allarme per la porta di una casa si rivela fondamentale per aumentare il livello di sicurezza della nostra abitazione. Ci stiamo riferendo in particolare a quei sensori di allarme per le porte che svolgono un ruolo fondamentale. Non è da dimenticare che le porte costituiscono un punto di accesso molto vulnerabile, dal quale i malintenzionati potrebbero avere campo libero per introdursi in casa. Tuttavia con un allarme per la porta della casa adeguato possiamo avere a disposizione un componente wireless che fornisce una vera e propria barriera.

Come funzionano i sensori per le porte

Per comprendere meglio come funzionano i sensori che costituiscono l’allarme per le porte di casa, ricordiamo i principi fondamentali dell’elettricità. Quest’ultima scorre attraverso un circuito che viene definito chiuso, quando inizia in un punto e termina nello stesso punto, seguendo un percorso continuo. Quando si verifica un’interruzione nel percorso il circuito si chiama aperto, perché l’elettricità non può più continuare a fluire.

I sensori per le porte funzionano allo stesso modo. Infatti in questo tipo di allarme c’è un pezzo che viene fissato sulla porta e c’è un pezzo che viene fissato al telaio. Entrambe le componenti sono dotate di un magnete.

Finché la porta rimane chiusa, l’elettricità può passare attraverso i magneti completando il circuito. Quando la porta viene aperta, in caso di intrusione, i magneti si separano, si rompe il circuito dell’elettricità e così può scattare l’allarme.

Quanto è importante la manutenzione

Il principio che sta alla base del funzionamento dell’allarme della porta di casa, come quello che abbiamo precedentemente descritto, è lo stesso che regola i sensori wireless per la protezione delle finestre.

Sia che si tratti di porte che di finestre, sicuramente questi sensori, sia quelli wireless che quelli cablati, svolgono un ruolo molto importante. Ma per garantirne l’efficacia nel corso del tempo, è fondamentale pensare alla loro manutenzione. Può capitare infatti che, man mano che passano i mesi, dei meccanismi interni ai sensori subiscano dei danni o si consumino.

Quando c’è qualcosa che non funziona in un sensore per la porta, bisogna sostituirlo immediatamente, perché altrimenti l’entrata della nostra casa resta un punto di forte vulnerabilità.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*