Chiari, furto di energia e detenzione di hashish: due arresti

Chiari – Nel corso della mattinata odierna i Carabinieri del Comando Compagnia di Chiari, coordinati dal Comandante Davide D’Aquila, hanno tratto in arresto due cittadini clandestini originari della Tunisia, risultati in Italia nullafacenti e senza fissa dimora. I due nordafricani, un 18enne e un 31enne, sono finiti in manette per i reati di furto aggravato di energia elettrica e detenzione illecita di droga.

I militari hanno ispezionato alcune strutture in disuso, frequentemente usate dai clandestini come rifugio per nascondersi: nell’ambito di tale controllo i due tunisini sono stati individuati in un casolare abbandonato di Chiari, comune della provincia di Brescia in Lombardia. I carabinieri della locale stazione hanno effettuato l’operazione unitamente all’Unità Cinofila di Orio al Serio e ai carabinieri del Comando di Palazzolo e di Rovato.

Le forze dell’ordine hanno rinvenuto 9 grammi sostanza stupefacente (hashish) nascosti, ed hanno potuto constatare che i due uomini si erano allacciati in modo abusivo al contatore della rete elettrica grazie alla manomissione dei alcuni cavi, il tutto facendo uso di un bypass costruito artigianalmente volto alla sottrazione di energia ai danni della società distributrice Enel. I due clandestini arrestati, oltre ai due reati sopra citati, dovranno rispondere anche dell’atto di invasione di terreni e edifici. 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*